Dalla A alla A, Dall’Aperitivo al Digestivo – di Laura Giorgi

ASPARAGO

L’ Asparago viene coltivato come ortaggio per il consumo dei giovani turioni ma, nei boschi e nelle radure in primavera, si può raccogliere quello selvatico Questo ortaggio va evitato in caso di gotta, di calcoli, di infiammazioni delle vie urinarie come anche in caso di arteriosclerosi. È diuretico, lassativo, sedativo cardiaco, aperitivo. È ricco di vitamina A, C e B Si può fare un vino all’asparago lasciando macerare 60 gr.di radici tritate molto finemente in 1 litro di vino bianco. Dopo 10 giorni avrete pronto questo aperitivo . Un BICCHIERINO prima dei pasti.

ALLORO

Questo albero sempreverde viene utilizzato come pianta ornamentale anche se, in alcune regioni, cresce spontaneo lungo le coste. Le sue foglie sono ricche di ghiandole resinose, sono di un bel colore verde intenso e vengono usate, dopo essere state essiccate al sole, per fare infusi. Fresche trovano impiego per aromatizzare le pietanze. Per le loro proprietà digestive vengono usate assieme ai legumi, facendoci evitare le fermentazioni. Le bacche dell’alloro sono piccole e verdi, con la maturazione diventano quasi nere e a questo punto possono essere usate in cucina. Negli arrosti qualche bacca secca renderà più digeribile il tutto. Foglie di alloro assieme a cannella, bucce di agrumi secchi, chiodi di garofano, lavanda compongono un mix eccellente ANTITARME. Preparate dei sacchetti e metteteli negli armadi. Quello che per noi è un profumo per gli insetti è una cosa repellente…. meno male❗

I NOSTRI PARTNER

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published.

Share This